Cernusco sul Naviglio (MI) | Cell. 3478787486
Psicologa Psicoterapeuta - Specialista in Psicoterapia Psicoanalitica - Cultore della materia Università Cattolica

Libri

Di seguito vengono presentati i libri scritti o che vedono dei contributi a cura della dott.ssa Valentina Carretta

Breve guida per genitori disorientati. Anoressia, bulimia, obesità e altri disturbi alimentari... si può guarire

Breve guida per genitori disorientati. Anoressia, bulimia, obesità e altri disturbi alimentari… si può guarire

Questo libro affronta il disagio e lo smarrimento di genitori e familiari che quotidianamente si scoprono disorientati e angosciati nel confrontarsi con i disturbi alimentari (DCA) che affliggono i propri figli.
In un linguaggio chiaro e accessibile queste pagine prendono per mano i genitori, ma non solo, per guidarli nel disorientamento che abita i loro pensieri, affrontando concretamente alcuni temi e aprendo ad una nuova prospettiva d’osservazione sui DCA.
Questa breve guida pratica aiuta inoltre a comprendere quali siano i segnali da cogliere per poter prevenire e/o affrontare per tempo l’insorgenza di un DCA, quando sia opportuno ‘iniziare a preoccuparsi’, cosa dire e cosa fare concretamente, …, soffermandosi anche su come affrontare la sensazione di frustrazione, d’impotenza e il senso di colpa che tormenta madri e padri.
Il testo risponde anche a quesiti di carattere generale fornendo una breve introduzione a quali siano i DCA, le cause, gli effetti, le differenze fra DCA nell’infanzia e nell’adolescenza, … oltre a far parlare i genitori con i professionisti dell’équipe multidisciplinare.
Il libro desidera anzitutto e con forza sottolineare che si può guarire dai Disturbi del Comportamento Alimentare oltre a voler valorizzare il ruolo prezioso dei genitori e il contributo che questi possono dare, senza dimenticare di porre attenzione e accogliere anche la loro angoscia, smarrimento e sofferenza profonda.

Scarica la locandina del libro…

“Accade spesso con stupore e incredulità di riscontrare che una persona cara, il più delle volte un figlio, stia sviluppando un disturbo alimentare. Talvolta un genitore assiste al graduale crescere di una certa attenzione verso il cibo, talvolta in modo più traumatico, osserva comportamenti angoscianti, come lo sono alcune pratiche di compenso o alcune testimonianze di un vero e proprio culto della magrezza. Una volta riscontrato il problema, la tensione, il vuoto conoscitivo, la minaccia dell’ignoto incombono e pretendono una risoluzione urgente: farò tutto il possibile!
Dietro questa dichiarazione d’intenti, però, si cela quasi sempre un’inquietudine ben più insidiosa: sono stato io? ho fallito la mia responsabilità genitoriale? come siamo potuti arrivare a questo punto senza accorgercene prima?”
 Dalla prefazione di Laura Dalla Ragione

Acquista subito…

Obesità, sovrappeso e disturbi alimentari: una lettura psicoanalitica

Obesità, sovrappeso e disturbi alimentari: una lettura psicoanalitica. Patologia dell’oralità, patologia della dipendenza, patologia del legame con l’altro

I disturbi del comportamento alimentare (DCA) sono in costante e preoccupante aumento, anche in età pediatrica, tanto da costituire ormai una vera e propria epidemia sociale. Si stima, per difetto, che in Italia ne soffrano già tre milioni di persone. Obesità e sovrappeso sono patologie complesse e articolate che necessitano di un trattamento multidisciplinare. L’aumento ponderale, infatti, non si configura solo come il semplice e banale esito dell’iperalimentazione, ma vi è di più, molto di più. Freud evidenzia come il rapporto del bambino con l’oggetto cibo affondi le sue radici nelle primissime fasi dello sviluppo. Lacan osserva che l’atto del nutrirsi nell’uomo è in relazione al “benvolere dell’Altro” e che non bisogna confondere le cure col dono d’amore. Ciascun soggetto ha una storia, legge e interpreta il proprio sintomo, attribuendo a questo un particolare senso e significato.

In questo testo, rivolto a psicologi, medici, educatori, operatori della salute, insegnanti e genitori, l’autrice risponde anche ad alcune delle più frequenti domande sul tema: “si può guarire dai DCA?”, “quali sono le cause di queste patologie?”, “cos’è un’abbuffata?”.

Scarica la locandina del libro…

“Il testo di Valentina Carretta si concentra sulle caratteristiche dei Disordini Alimentari […] a partire da un taglio molto particolare, che è quello dell’identità corporea, centrale per comprendere il significato di questo corpo non più riconoscibile, senza confini, nel troppo e nel troppo poco. […] esiste una scarsissima conoscenza delle patologie alimentari collegate all’Obesità e al Disturbo da Alimentazione Incontrollata […] questa nuova declinazione dell’ossessione per il cibo e le forme corporee […] sono patologie […] colpite da un grave pregiudizio morale per il quale si ritiene, sbagliando, che alla fine la situazione di disagio che queste persone vivono sia solo colpa loro.” Dalla prefazione di Laura Dalla Ragione

Acquista subito…

 

Coronavirus: l'occasione di un tempo nuovo

Coronavirus: l’occasione di un tempo nuovo. La possibilità di trasformare una minaccia in un’opportunità preziosa. Dinamiche psicologiche dalla quarantena al nuovo mondo

Parlare del tempo del Coronavirus e della quarantena come di un’opportunità preziosa è molto ambizioso, ed è stato, fin da subito, incredibile osservare con quale entusiasmo i Colleghi psicologi e psicoterapeuti, unitamente a insegnanti ed educatori si siano subito messi all’opera per scrivere i loro contributi per questo progetto.
Queste pagine sono il frutto delle nostre riflessioni a tutto campo, non sono solo un libro, ma sono soprattutto una scommessa, una scommessa ambiziosa sulla possibilità di trarre il meglio da questi giorni e da quelli che verranno.

Il testo si compone di due grandi aree, la prima interroga la quarantena e i suoi fenomeni peculiari, dall’alfabetizzazione informatica obbligata, alla scuola online, all’amicizia e all’amore al tempo del Coronavirus, al tempo, alla solitudine e al vuoto, alla prima “pandemia social”, e la seconda affronta la domanda più importante, quella sull’eredità, su come intendiamo e possiamo utilizzare questo momento per trasformarlo in un’opportunità, in un’occasione unica e preziosa.

Queste pagine desiderano essere uno strumento che possa avviare una riflessione profonda che valorizzi e rilanci quanto di positivo sta emergendo ed è già emerso in questa particolare condizione sanitaria, perché non vada perduto quanto di così prezioso questi giorni ci stanno insegnando. È però responsabilità di ciascuno di noi non vivere, passivamente, questo momento solo come una parentesi buia, ma cogliere, attivamente, la grande occasione di crescita e di rilancio di alcuni valori che, nella fretta delle nostre città, delle nostre vite frenetiche sempre piene di impegni, ci stavamo perdendo. Abbiamo dovuto rallentare, per forza e non per scelta, ci siamo stretti emotivamente gli uni agli altri, per scelta e non per forza, stretti “a coorte” come recita il nostro inno nazionale, ma cosa ne sarà di tutto questo finita l’emergenza? Sapremo trattenere il meglio da questa esperienza? Saremo in grado di riorganizzazione le priorità e ricalibrare i valori autentici e profondi della nostra vita?

Ciascun soggetto ha una storia, legge e interpreta quanto capita nel mondo che lo circonda attribuendo a questi eventi un particolare senso e significato che può determinare la reazione presente e futura a tutta questa situazione. Come possiamo allora leggere, con una lente che non sia quella della negatività ma quella dell’opportunità, questa vita ai tempi della pandemia?

Il testo è rivolto a tutti… a tutti coloro i quali desiderano cogliere l’opportunità di interrogare quanto stia accadendo per afferrare le preziose occasioni che si nascondono nelle pieghe di quanto stiamo vivendo.

Scarica la locandina del libro…

“Il libro curato da Valentina Carretta coglie la dimensione davvero inedita di quanto avvenuto e lo legge da una serie di vertici, da prospettive variegate; accosta un sapere, un saper fare e un saper essere di diversa estrazione affiancando preziose competenze che si dimostrano disponibili a cooperare proponendo una pluralità di sfaccettature in una prospettiva multidisciplinare e feconda.
Per un primo verso, quello della diffusione del virus come evento inedito, il volume colleziona testimonianze sull’energia con il quale docenti e psicologi hanno affrontato l’evento Coronavirus così come riflessioni lucide sulla portata del dramma; per un secondo verso, accenna ad alcune ipotesi su quanto l’aver attraversato questa vicenda drammatica ci porterà in eredità.”
Dalla prefazione di Roberto Pozzetti

Acquista subito…

Guida alla psicologia dello sport 2011. Verso un approccio relazionale-ipertestuale

Guida alla psicologia dello sport 2011. Verso un approccio relazionale-ipertestuale

È un libro rivolto sia agli allenatori e ai professionisti delle scienze motorie sia agli psicologi interessati a questo campo. Il testo fornisce un quadro chiaro, completo e aggiornato della Psicologia dello Sport nell’Italia del 2011 a cura di diversi professionisti che, a vario titolo e da diversi anni, lavorano in questo ambito. Il presente lavoro ci restituisce una fotografia di quelle che sono le caratteristiche che identificano lo psicologo dello sport, quali sono i ruoli, le competenze e gli strumenti specifici che utilizza, in quali contesti opera, quali siano le scuole presso cui è possibile acquisire il proprio bagaglio specialistico. Obiettivo di quest’opera è quindi riflettere su questo mondo dello sport che tutti gli “addetti ai lavori”, in un modo o in un altro, contribuiscono a costruire. Per fare ciò in questo libro vengono presentate molteplici esperienze “tecniche”, ma anche altri “sguardi” (per esempio anche quello dello sport cinema) che ci possano illuminare e far trovare delle idee per affrontare i problemi che attraversano lo sport e renderlo un posto migliore per tutti.

All’interno del testo vi sono diverse esperienze sul campo che accompagnano la prima parte più teorica. In particolare il mio contributo si intitola “L’esperienza di un torneo di calcio a cinque in un Centro Diurno Psichiatrico. Sport e psicosi: un connubio possibile?”

Acquista adesso…

 

 

 

Dott.ssa Valentina Carretta
Seguimi
Back to Top
error: I contenuti di questo sito sono protetti